Durée  7 hours 4 minutes

Coordonnées 5241

Uploaded 1 novembre 2017

Recorded novembre 2017

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
2 109 m
1 154 m
0
9,1
18
36,53 km

Vu 1176 fois, téléchargé 31 fois

près de Rocca di Mezzo, Abruzzo (Italia)

Partenza da Rocca di Mezzo. Si procede su ciclabile fine all'incrocio con la strada che porta a Campo Felice dove di gira a SX. Al km 5.1 si gira a dx per Forca Miccia. Comincia qui una salita decisamente dura con pendenze che non vanno mai sotto il 10% ma in più punti toccano 15-16%. La prima parte è su asfalto quindi più facile da pedalare, ma al km 6.8 si parte con lo sterrato e qui le cose si fanno più difficili con ampi tratti a spinta. Al km 8.3 si giunge in vetta e gli sforzi sofferti vengono ampliamene ripagati da una vista spettacolare su tutta la piana di campo felice. Una discesa tecnica da fare con attenzione, almeno per la prima parte, ci conduce alla piana al km 9.7. Si procede fino al km 13.7 sulla piana e si arriva al Caseificio di Campo Felice, punto di ristoro che oltre a prodotti caseari vende panini e bibite. Lasciato il ristoro ancora qualche metro di asfalto e al km 14.3 comincia la sterrata che ci condurrà al Rifugio Sebastiani: sono 8.1 km di salita con 500 D+. I primi tratti sono tranquilli e fino alla vecchia miniera di bauxite è una passeggiata. Poi le cose cominciano a complicarsi un po con strappi decisi e salite più consistenti che in alcuni punti impongono di spingere. In compenso i panorami salgono di qualità e ci si ritrova immersi nella natura. Al km 19.5 c'è un rifugio e una fontana che però al nostro passaggio non portava acqua. Gli ultimi 2 km, forse complice la stanchezza, li abbiamo fatti quasi tutti a spinta. Arrivati al rifugio Sebastiani la vista è superlativa: si apre davanti a Piani di Pezza con le sue pianure sconfinate. Si vede la Majella, il gran sasso.. stupendo! Purtroppo il rifugio era chiuso. Dopo una breve pausa (c'erano 2 gradi) cominciamo a scendere. I primi metri sono abbastanza difficili ed impongono attenzione. Bici rigorosamente in spalla. Poi le cose si fanno più gestibile e mana mano che si scende i tratti a spinta diminuiscono a favore dei tratti pedalabile. Al km 23.6, percorrendo la Valle Cerchiata, c'è il bivio per Colle dell'Orso: da qui in poi si pedala quasi sempre. Il tracciato diventa più divertente immersi nel bosco. Attenzione al tappeto di foglie morte che nasconde tutte le insidie. Al km 25.8 finisce la discesa e si sbuca sui Piani di Pezza. Quasi 6 km di pianura (in realtà è una leggera discesa) ci portano in fondo alla piana dove ci aspetta il Rifugio del Lupo: una sosta dopo un giro così è d'obbligo. Ripartiti non resta che completare l'anello percorrendo gli ultimi km su asfalto per rientrare a Rocca di Mezzo. Giro bello e impegnativo. Si può semplificare togliendo la salita di Forca Miccia e prendendo la galleria (ma non lo consiglio, per non perdere il panorama fantastico). Lo si può allungare la rifugio del Lupo proseguendo sulla DX in direzione Ovindoli andando così a sbucare sotto le piste da sci di Ovindoli (Dolce Vita). Lungo il percorso (a parte il caseificio di campo felice e il rifugio Sebastiani, se aperti) non c'è acqua. In totale sono 1123 mt D+, ma il dislivello non la dice tutta, visto che tutto si concentra in due salite impegnative. Abbiamo impiegato 3:45 di pedalata, ma includendo le soste siamo a 7h.
  • Photo de Bivio per Forca Miccia
  • Photo de Foto
  • Photo de Forca Miccia 1715mt
  • Photo de Foto
  • Photo de Foto
  • Photo de Foto
  • Photo de Foto
  • Photo de Foto
  • Photo de Foto
  • Photo de Rifugio
  • Photo de Fonte senza acqua
  • Photo de Foto
  • Photo de Foto
  • Photo de Foto
  • Photo de Foto
  • Photo de Foto
  • Photo de Foto
  • Photo de Foto
  • Photo de Rifugio del lupo

2 commentaires

You can or this trail